21 commenti su “COERENZA

    • non la vedo come un percorso Sandro, è questione di essere onesti con gli altri e con se stessi, sicuramente non è una scelta facile, ma credo rientri nel carattere.

      Liked by 1 persona

      • Mia cara silvia, come tu giustamente affermi è questione di essere onesti “con gli altri e con se stesse”. In realtà “coerenza significa “co-essere”, ossia “essere con”, “essere attaccato”. Ma tu conosci un processo nel quale “l’attaccarsi ” non sia frutto di un processo? La coerenza si impara, lentamente dall’accettazione di se stessi e del proprio mondo (vissuto e presente). Il bambino non può essere coerente, ad esempio, perchè si vive come onnipotente. Un uomo che non fa i conti con il proprio limite, che non accetta il proprio limite, non può essere coerente. Ma accettare il proprio limite, dinanzi a sè innanzi tutto e poi dinanzi agli altri, richiede coraggio. Un coraggio estremo. E lasciami aggiungere, richiede anche un dono: essere stati amati. E averne coscienza. E tutto questo presuppone un percorso (che poi come dici tu molto giustamente, può essere reso più semplice da un carattere). Scusa la lunghezza 🙂

        Mi piace

  1. Non sono del tutto d’accordo sulla frase. Quando si dice che tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare spesso ci si dimentica che non tutto dipende dalla volontà singola persona ma spesso anche da fattori esterni che impediscono la realizzazione dei propri desideri… C’è una frase (non ricordo di chi) che più o meno dice che le persone andrebbero giudicate in base alle loro aspirazioni e ai loro sogni, perchè spesso il fatto che ne realizzino pochi non dipende da loro ma da circostanze esterne e dagli scarsi mezzi che hanno a disposizione…

    Mi piace

    • sai, probabilmente sbaglio, ma non l’ho intesa in questo senso, ma più nel dire quello che veramente si pensa, mentre spesso si parla in un modo e si agisce in un altro.
      Le parole possono essere belle…..ma se non trovano conferma nei fatti e nel modo di fare…si disperdono nell’aria 🙂

      Liked by 1 persona

      • Forse sono io che l’ho intesa nel senso sbagliato… Se alle belle parole non segue nessun fatto o fatti piccolissimi, prima di giudicare, andrei a vedere se almeno la persona s’è sforzata per attuare quello che dice… Se ce l’ha messa tutta e non è riuscita merita un secondo appello, altrimenti hai ragione tu… le parole erano disperse nell’aria!

        Mi piace

    • Non lo so, personalmente non vorrei peccare di presunzione, ma io quando dico una cosa poi la faccio, altrimenti se non ne sono assolutamente sicura preferisco evitare di dirlo, così come preferisco tacere piuttosto di dire cose che non penso solo per fare piacere…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...