54 commenti su “RIFLESSIONE

  1. La scopamicizia è sempre esistita e, da un certo punto di vista, può risultare senza dubbio comoda; personalmente, finché si è single e si sceglie consapevolmente la libertà di restarlo, non mi sento di condannarla a priori.
    Lo sfogo fisico credo abbia poco o niente a che fare con i sentimenti, dal momento che si potrebbe fare sesso anche con persone conosciute da appena cinque minuti.
    Bisogna ammettere, però, che tutti abbiamo un istinto che, in teoria, ci porta ad essere attratti fisicamente da determinati individui.
    A quel punto, rimanendo perfettamente coerenti con il possedere il libero arbitrio, si può scegliere se abbandonarsi all’istinto (e quindi fare sesso occasionale) oppure alla ragione (quindi mantentendo volontariamente le distanze); ovviamente bisogna essere pronti a pagarne le conseguenze, soprattutto se la scopamicizia s’insinua là dove è già presente una coppia.
    Personalmente, essendo una persona che ha bisogno di sentire anche un legame mentale, non credo che riuscirei a sostenere una “relazione” di questo tipo, almeno non a lungo termine: voglio il contatto fisico e voglio il coinvolgimento mentale.
    Considero, quindi, l’atteggiamento che porta a coltivare la scopamicizia un po’ superficiale e privo di stimoli, così come non vedo di buon occhio nemmeno l’esagerata castità presente in certe coppie (che poi, anche se non lo giustifico, spinge a ricercare il sesso al di fuori).

    Liked by 1 persona

    • Quando si è liberi si può fare quel che si vuole, Ma quando questo tipo di discorso viene fatto da un uomo sposato….e si usa il termine scopare, a prescindere da ogni remora morale o da ogni pensiero, viene esscluso a parer mio qualsiasi coinvolgimento di amicizia o altri sentimenti…..

      Liked by 3 people

      • Magari si è sposato con la sua scopamica 😛
        Però, se ci rifletti, utilizzare quel termine è un modo, forse, per tenere emotivamente le distanze con la persona con la quale si fa sesso.
        A te suonerebbe meglio dire “faccio l’amore con la mia amante, finché mia moglie è fuori città”?
        Dire “scopare”, sinceramente, lo trovo coerente con il tipo d’atteggiamento disinvolto.

        Liked by 1 persona

  2. Ovvio che no. Ma se una donna è libera da relazioni, e con questo non mi riferisco a firme o cerimonie ma al suo cuore…
    beh potrà anche farsi questa scopata.
    😊
    Rispetto il tuo pensiero comunque. Ci sono argomenti che ognuno è libero di interpretare a modo suo.
    Ma un uomo invece? Lui può?

    Liked by 1 persona

  3. figurati che io non ho mai tradito mio marito, siamo insieme dal 1992 ho circa 40 anni, nel pieno dei miei istinti sessuali. Mai aderito a scopamicizie ma sono aperta ad accettare chi lo fa. Avrà i suoi motivi. Non giudico.
    Mai tradito mio marito. Giuro.

    Mi piace

  4. Silvia io appartengo alla “vecchia guardia”..puoi intuire come la penso..
    Mio marito non ha mai usato questo orrendo termine con me…nè con altre signore.
    Io credo che fin dalle elementari dovrebbero introdurre l’educazione sentimentale, non quella sessuale, o se preferisci una educazione che si espliciti verso l’affettività, illustre sconosicuta ai più.
    Buon fine settimana!

    Liked by 1 persona

  5. Che stupendissimo Post
    Io concordo che chi afferma che le scopate si fanno con quelle signore che si danno in cambio di soldi …………..soldi che vanno hanche quentificati in base a certi servizi ……….. e di questo ne sono convinto
    Ma nessuno pensa che in un incontro tra uomo donna in una frazione di secondo scatta un desiderio di l’uno contro l’altra …….. è un fremito mentale e fisico cosi veloce che molto propabilmente non se ne accorge ………. e questo momento viene confuso, come fiaschi per fischi ………. in tanto succede, che sia sia siingle o spasati ………….. perche già si sa che è un incontro magico, che non si verificherà più con la stessa persona ………………… è solo il momento di quel momento ……….. e la consequenza è che quella coppia farà l’amore.
    Buon fine settimana

    Mi piace

  6. Sono stata sposata per 37 anni mai tra noi si è usato il termine scopato condivido quello che dici tra fare l’amore e una scopata c’è un’abissale differenza , per quanto riguarda il libero arbitrio bisogna ricordare che a un limite che è non invadere la libertà dell’altro perché altrimenti è violenza.
    Non tutti facciamo le stesse scelte perciò generalizzare donne e uomini .non mi sembra un pensiero corretto.

    Liked by 1 persona

  7. …a volte mi chiedo come sia potuto accadere che tanta superficialità abbia preso il sopravvento sulla nostra ragione, poi mi rendo conto come l’individualismo, l’egoismo, l’opportunismo e l’ipocrisia abbiano preso il posto dell’altruismo, della sincerità del coraggio e della giustizia, annullando di fatto quella virtù (Aristole l’avrebbe chiamata aretè) che trasforma un uomo qualunque in un uomo dalla retta maniera di vivere come ideologizzato da Spinoza, questa differenza si chiama Valori.
    Non vorrei passare per un fondamentalista cattolico perché non sono cattolico, anzi, sono contro ogni tipo di religione, credo nell’Assoluto che è rappresentatto dalla natura che ci ospita e che ci regala bellezza in ogni istante, quindi non faccio un discorso di credo religioso ma al contarrio di natura filosofica dove la virtù è quella qualità di eccellenza morale sia per l’uomo che per la donna.

    …mi chiedo ancora come sia possibile confondere affetto, amicizia, infatuazione, innamoramento o passione con il sentimento di Amore, l’Amore è qualcosa di eccezionale che pretende qualcosa di altrettanto eccezionale, e cosa potremmo dare noi in cambio per questo meraviglioso sentimento se non noi stessi, la nostra dignità, la nostra morale e la nostra virtù?
    Ognuno è libero di agire le proprie scelte in base ai valori in cui crede, come è anche libero di usare il proprio corpo per soddisfare i propri bisogni sessuali, tenendo però sempre ben presente che l’appagamento di un proprio piacere sessuale dona piacere anche alla persona con cui facciamo sesso, questo senza esserne debitori di alcunchè, diamo quindi in dono la “bellezza” del nostro corpo a persone che forse non la meritano, ma questo è sempre una questione di gusto.

    D’altro canto, io non potrei mai avere un rapporto con un’altra persona senza che vi sia un sentimento d’Amore, solo l’Amore può riempirci costantemente di passione e desiderio attraverso lo scorrere del tempo cementando ancora di più l’UNO!
    Quindi, ognuno può fare sesso occasionale quando ne ha necessità, anche promiscuamente, nulla da ridere se sono comportamenti consapevoli, però una cosa devo dirla, alle femmine vorrei dire di non offendersi se poi vengono etichettate dalla massa come “TROIA” , la stessa cosa ai maschi se vengono etichettati come “PUTTANIERI”, questo è il prezzo che si paga in questa società, per essere persone dal comportamento “libertino”!!
    Fate l’Amore non il sesso!!

    Ciao Silvia, buon sabato..

    Liked by 4 people

  8. amore e sesso, sono due cose cosi’ differenti! tant’e’ che possono sopravvivere a lungo l’uno senza l’altra. Poi ognuno di noi e’ fatto in maniera diversa, chi cede piu’ facilmente all’istinto della carne e chi preferisce un rapporto piu’ spirituale. Personalmente ho bisogno di un coinvolgimento a piu’ ampio raggio, il sesso per il sesso non mi ha mai interessata, neanche quando avevo vent’anni.

    Mi piace

  9. la penso come te, intanto sul verbo, di basso livello.Infatti difficilmente lo si usa in un rapporto stabile o con una base di rispetto e sentimento. Non amo nemmeno il termine “fare l’amore”, ma preferisco il semplice “fare sesso”. Il sesso è fatto personale ed è SOPRATTUTTO da condividere con l’altro , single o già impegnato che sei.Ci sono, mi dicono, le coppie aperte e consenzienti a far sesso con altri…contenti loro, contenti tutti. Ma io non ci credo. Non credo che in una coppia questo possa essere serenamente condiviso e passare indifferentemente. Poi con le parole, specie i signori uomini, possiamo essere tutti bravi a farci vedere moderni e emancipati, ma ti voglio a sapere che la tua compagna di vita fa sesso anche con un altro…altro che libero arbitrio!
    Diversa cosa è per le figlie (e i figli) maggiorenni e libere: lì i padri, e non solo loro, dovrebbero rispettarne le scelte, limitandosi solo a dare garbati e utili consigli, se necessario.

    Mi piace

    • Questo di sicuro, forse non mi sono spiegata bene, ma penso che se si viene a sapere che la figlia o il figlio sposato se ne va allegramente a letto con altri o con altre in nome del libero arbitrio, anche solo come genitore non si possa essere molto contenti e condividere questo tipo di scelta non credi?

      Mi piace

      • Non essere contenti è sicuro, entrare e uscire da letti altrui avendo il proprio è comunque indice di qualcosa che non va. Sul fatto che un genitore debba intervenire in questi casi di sesso conndiviso o meno, sinceramente non so. Di certo dovrà farlo quando si accorge di maltrattamenti, schiaffi e pugni. In quel caso che un genitore vada a spezzare le gambine del figlio adulto è sacrosanto.

        Mi piace

  10. Hai fatto la domandona, provo a risponderti. Credo che ognuno di noi risponda seguendo la sua storia, le emozioni vissute. L’ambiente in cui siamo cresciuti ci ha spinto a condizionamenti e comportamenti spesso non nostri. Siamo diventati le persone odierne grazie alle nostre esperienze e credenze. Se ci comportiamo come uomini o donne fedeli è perchè vogliamo esserlo. Il rischio è attribuire ad una scopata un valore eccessivo, viene associato al tradimento, alla fedeltà, alle emozioni che genera, è per questo che diventa pericolosa. Tutto dipende. Chi vive in un rapporto di coppia in situazione di controllo costante e comunque non di libertà non può permettersi di considerare una scopata alla stregua di una “pisciata” e farla quindi dove vuole, deve mantenere il rispetto dalla persona amata se vuole continuare a riceverne. p.s. io i 29 di matrimonio li festeggio il 10 ottobre 🙂

    Mi piace

  11. Da un punto di vista strettamente semantico, scopare o fare l’amore (bene o male) è lo stesso. Anche se per taluni il verbo un tempo applicato a pulire il pavimento può sembrare volgaruccio. In fondo quisquilie semantiche, appunto.

    L’aspetto, invece, sostanziale è l’essenza di “sesso” e di “amore”: se al primo, da solo, possa essere attribuita comunque una valenza positiva o, se invece, è negativizzato dall’assenza di spirito, a prescindere.
    Eliminando (non senza difficoltà) le scorie di una educazione catto-borghese a me pare evidente che, al pari del mangiare, del bere e del defecare, anche il copulare rientra tra i bisogni dell’essere umano animale. La sezione spirituale dello stesso essere, strangolata da secoli di regole e divieti inventati dall’oscurantismo cattolico, spinge invece per una connotazione decisamente impura dell’accoppiamento e, di conseguenza, lo ricolma di sensi di colpa e pregiudizi se poco o punto finalizzato al sentimento.

    Qual è, di solito, la molla che fa avvicinare un uomo e una donna ?

    L’attrazione. E cosa è l’attrazione se non desiderio, bramosia corporale, animale appunto (e non nel senso deleterio del termine). Se a ciò, a tale scintilla iniziale segue poi una corrispondenza di amorosi sensi, è tutto grasso che cola. Altrimenti diventa una esperienza che fa bene al cammino della crescita, che insegna le varietà e, quindi, insegna a scegliere, comparare.

    Altro discorso, infine, il tradimento: animale o spirituale non perde di valenza negativa, laddove vada a interrompere il reciproco rispetto. Ovvero positiva o neutra, laddove invece non venga rigidamente ingabbiato da regole e divieti arbitrari (e bigotti).

    In ultima analisi, alla fine di questo lungo sproloquio, credo che non possano e non debbano essere stabiliti paletti, di qualsiasi genere. Ognuno deve poter esprimersi come sente, purchè tutto avvenga nella trasparenza, nel rispetto e in modo consenziente. Lasciando (e buttando) al vento pregiudizi logori e “normalità” imposte. Tutto può essere normale e nessuno può ergersi a giudice, così come nessuno deve essere “etichettato” in base alle sue esigenze e/o vicissitudini.

    Chiedo venia, non parlo più.

    Mi piace

    • Parlo per me e non per altri, io non sono cattolica e per me la religione non ha mai avuto molto senso in positivo, anzi. Non sono assolutamente d’accordo, se fosse come dici tu non ci sarebbe alcuna differenza tra l’uomo e la bestia, anche se indubbiamente a volte è molto peggio!
      Per me non è così, e non lo è mai stato nemmeno da ragazzina, non mi ha mai atratto una persona con cui non fosse già nato e si fosse instaurato un rapporto fatto di sentimento. Per me il sesso se non è associato l’amore non ha alcun senso, non è un bisogno fisico che mi ha mai turbato anche se ero da sola! Certo ognuno di noi è diverso dall’altro ed è libero di vivere come vuole ci mancherebbe, ma se la tua teoria fosse giusta allora perché inventare scuse e coinvolgere sentimenti e amicizia che non c’entrano nulla. Che si dica che si ha voglia di scopare punto!

      Mi piace

      • La mia teoria non è giusta: è solo una opinione. E come tale opinabilissima.
        Fatico a credere che pur atea o agnostica non sia vissuta in un’atmosfera impregnata di ottuso cattolicesimo e, di conseguenza, non ne abbia patito influenze, anche inconsce. Ma posso sbagliare e tu sei molto più libera e serena di me.
        L’attrazione non è indiscriminata: se così fosse, allora concorderei con te sulla prevalenza bestiale dell’essere umano.
        Infine anche quell’attrazione sottesa da un afflato spirituale non nasconde, inconsciamente quella fisica? Primum movens di ogni feeling?
        Non giustifico chi spaccia finti sentimenti per raggiungere uno scopo.. ho scritto, infatti, che il tutto deve essere basato sulla trasparenza, sul rispetto reciproco e sull’onestà intellettuale.
        Regole e convenzioni rigide e ottuse lasciano spazio solo a pregiudizi e remore. Insomma ciascuno sia libero di esprimere se stesso, anche sessualmente, senza dogmi o sentenze.
        Un abbraccio

        Mi piace

  12. Domanda terribile sempre valida e mai risolta; se l’avessi posta dieci anni fa o tra 20 anni, sarebbe sempre stata fonte di discussione e riflessione.
    Scopare è un termine brutto, comodo e parziale, sarebbe più corretto parlare di rapporto sessuale ma suona in modo diverso e il mondo è attratto dalla immediatezza ( anche se essa cela menzogne terribili).
    Dovremmo parlare della grande magia, l’amore, e di tutti i suoi segni, sesso, sguardi, seduzione…come si può tralasciare anche uno solo di essi? Io ti dico che il sesso con la S maiuscola è fondamentale tra due esseri umani, negarlo è follia ma ti dico anche che sesso è anche un bacio e una carezza, non è detto che una penetrazione sia più efficace di uno sfioramento. E’ solo una questione di misura nel tempo e nelle stagioni, dipende dalla poesia della vita, se la riconosci la segui e ogni cosa trova il suo giusto verso.
    Non amo le frigide e gli iperconcettuali ma amo e so che non c’è donna che non sappia amare ma dipende dai suoi interlocutori e viceversa. Il patrimonio di un amore comprende tutto, sesso tempo ricordo passione, smarrimento. a volte penso che sia un peso insostenibile per una persona sola. per questo bisogna essere in due. Ciao Silvia.

    Mi piace

  13. Essendo come te una donna di altri tempi condivido il tuo pensiero. ….
    Ma lavorando in mezzo si giovani ho scoperto che esistono gli scopamici quello con cui fare sesso quando non hai nulla di meglio tra le mani….
    Sento di ragazze che si buttano nel letto dell’ uomo sposato per togliersi quel fardello della verginità con uno che ci sappia fare….
    Inorridisco,ma comprendo che il mondo sta cambiando e sesso e sentimento viaggiano su binari separati 😳

    Liked by 1 persona

  14. hahahahaha ma che puttanate dice il tuo amico.
    La verità è che si scopa quando c’è solo quello. Si fa l’amore quando ci sono sentimenti.
    Amicizia uomo donna è una cosa rara e difficile soprattutto perché spesso uno de due è attratto dall’altro/a.
    Il libero arbitrio va bene, ma non è una giustificazione.

    A me danno fastidio i soliti discorsi del tipo “voi uomini” o “noi donne”.
    Sono tutte cazzate. Sapete quante ne ho viste ragionare con la vagina…
    Ci sono difetti in entrambi i sessi.

    E poi non mi dite che apprezzate la sincerità, perché se vengono a dirvi di trombare li mandate a cagare.

    La verità è che viviamo in un paese dove il sesso è ancora popolato da tabù e dal fanatismo religioso. Dove si da troppo facilmente della troia ad una donna (anche da parte delle altre donne) o del grande scopatore a chi se le fa tutte (invece del povero coglione).

    Mi piace

  15. Personalmente penso che Amore senza sesso soddisfacente è vivere zoppi. Le scopate sessoxsesso mi lasciano indifferente, anche perchè dopo “mi strapperei l’arto superiore a morsi” per liberarmi dal corpo che ci si è accasciato sopra…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...