33 commenti su “DOLCE NOTTE

  1. Ciao Silvia. Bello, sicuramente esiste qualcosa di simile anche nella didattica musicale per non udenti. immagini unite a segni di notazione, altezza dei “suoni”, tempo eccetera, musica con immagini. Qui faccio poi un esempio un po’ piu’ “tecnico”: associare ai suoni, alle note dei colori, magari situati su una “lavagna elettronica” a certe altezze: il rosso e’ la nota Do, poi il “Re” magari verte e posizionato un po’ piu’ su’, eccetera. Potrebbe essre un buon sistema, non so se esiste gia’. Ma in quanto a bellezza, ci vanno immagini come queste.
    Beethoven fece l’operazione contraria, con una ragazza cieca: “Ludwig, come e’ il chiaro di Luna?Io non l’ho mai vsito”. – “Cosi’, senti…” e compose cosi’ “Al chiaro di luna”. Ciao, dolce notte 🙂

    Marghian

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...