15 commenti su “LE COSE CHE VERRANNO

  1. È vero… l’esserci è fondamentale.
    Lo scritto del Signor Corsetti è, a mio parere, un po’ un’insalata mista. Abbozza molti concetti importantissimi e di vitale importanza… fra cui, senza dargli una fisionomia, l’esistenza dell’inconscio.
    BUON GIORNO.
    Quarc

    Mi piace

  2. Mi attengo al titolo.. le cose che verranno: ahimè, domani per me verrà il ritorno al lavoro! Finite le ferie… Scusa per la leggerezza del commento, il post è molto più serio. Sdrammatizzo 😀 😀 😀
    Ciaoooooo Barbara, Salerno 😀

    Mi piace

  3. Se consideriamo poi che esiste anche una memoria genetica, un passaggio di testimone tra le generazioni, capiamo che la memoria, che sia visiva, olfattiva, esperenziale, emotiva, etc., è il vero scrigno che racchiude la ricchezza e l’essenza dell’umanità ❤

    Liked by 1 persona

  4. Ciao. Dimenticare non e’ “dimenticare”, ma solo non avere il ricordo- o i ricordi- nella mente cosciente. Avete presente un pc? Noi siamo mooolto di piu’, sia chiaro, checche’ si dica, e si tende a dire, che l’intelligenza umana verra’ superata, .ma un paragone credo ceh si possa fare (le emtafore, suii computer, ormai si sprecano). Aprendo un file, ad esempio una immagine, vediamo nello schermo quella immagine. Ma nel pc c’e tutto, cose che magari ci abbiamo messo e che non guarderemo mai. Aprire un file, vederlo, e’ esattamente come richiamare un ricordo alla mente cosciente. Io penso alla mai mamma, vedo mentalmente lei ma nel cervello ho iliardi di ricordi. Veniamo al dimenticare. E’ solo una strategia del cervello, io credo, affinche’ si ricordino le cose che ci servono.Poi, ricordando tante cose in un momento, il cervello “va in tilt”, pensiamo ai casi di autismo. Un mio nipote – figlio di cugina- ricorda migliaia di numeri di telefono, di targhe, e dettagli ma poverino, non riesce nelle cose comuni: ricordare troppo e’ dunque una disfunzione. Percio’, “piano piano, quando serve..e con gli stimoli giusti” Ecco che un profumo mi rimanda alla ragazza conosciuta 40 anni fa eccetera. “Tizia, e chi se ne ricordava piu’?” E vai con il vestito che indossava “quella volta”, la musica che le piaceva, eccetera. E’ possibile percio’ che il cervello sia capace di ritenere tutto o quasi cio’ che ci passa davanti (suoni, immagini, odori e coso..) e di arechiviarli. Poi uno stimolo qualunque, una esigenza e paff, quella cosa affiora. Sotto ipnosi (io non l’ho mai provato, ma pare sia cosi’..) si ricordano “fotorrammi” di quando si era bambini, si torna di fatto bambini in quel momento. “tu..adesso..hai tre anni….”. // I superman della memoria- Pico della Mirandola docet., secondo me sono persone che riescono a richiamare i ricordi con piu’ efficienza, ma tutti di fatto ricordiamo tutto. NOn riusciamo (come Mirandola) a rievocare i ricordi a comando, ma ci sono, tutti o quasi.. Il cervello ce li fa vedere diciamo.”quando servono”. Ah, un’altra cosa. “Acqua passata non macina piu'”. Non mi sembra che le cose stiano cosi’. Alcuni proverbi andrebbero rivisti 🙂 Ciao, scusatemi se sonos tato un po “tecnicistico” E’ affascinante, la ostra memoria, caspita… Ciao.:)

    Marghian

    Mi piace

    • Che caspita…leggete qui.. (le emtafore, suii computer, ormai si sprecano) metafore, non emtafore-forse con un po’ di fantasia ci siete arrivati. Ora controllo bene, poi invio… “suii”, “sui”; ” ho iliardi .” – “ho miliardi”; “arechiviarli, “archiviarli”. . e qualche altro errore ancora 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...